Per garantirti la migliore navigazione possibile questo sito usa cookies.

ATTIVITÀ

Maria 1Maria Dal Barco sta concludendo il suo percorso di studi in Ingegneria per l'ambiente e il territorio presso l'Università di Trento. Avendo ancora pochi esami da sostenere e avendo ormai frequentato tutti i corsi,non è più necessario per lei recarsi a Trento ogni giorno e così il progetto YEP le è sembrato una buona occasione per mettere al servizio degli altri il suo tempo libero, nell’attesa di decidere se proseguire gli studi oltre la laurea triennale o se entrare nel mondo del lavoro.

Leggi tutto: Carnet de Voyage - Vol. 15

Nel suo racconto Ileana ci parla di convizione e passione, caratteristiche spendibili al servizio della propria comunità anche in contesti e attività quotidiani, che appartengono alla nostra normalità, come quello dei compiti.

Il servizio di Extra Compiti, dedicato ai ragazzi e alle ragazze delle medie di Caselle (A.S. 2016/2017), ha visto il formarsi di un nutrito gruppo di ragazzi con la supervisione degli Educatori del SET (Servizio Educativo Territoriale) di Sommacampagna; è stato a fianco di questo team che Ileana ha potuto provare l'esperienza di un processo educativo professionale e sperimentarsi nel lavoro a stretto contatto con i ragazzi.

A questo link l'approfondimento con l'itervista a Ileana: Carnet de Voyage - Vol. 9.

 

Cecilia ci accompagna alla scoperta di questo servizio, un momento in cui le persone colpite dal morbo di Alzheimer possono ritrovarsi e ritrovare momenti e attimi di condivisione specificamente pensati.

Cecilia ha trovato la sua vocazione affiancando gli anziani e vivendo con loro la quotidianità.

Ecco un estratto dell'articolo dedicato a Cecilia (che potete leggere qui): “All’inizio non sapevo rapportarmi con i malati, non sapevo cosa dire o fare, temevo di invadere i loro spazi, poi nel tempo si è creato un rapporto di fiducia. Si ricordano il mio nome e già questa è una cosa molto positiva e tutt’altro che scontata.”

locandina def page 001Extra quest'estate prevede un ricco programma per tutti i ragazzi delle medie di Sommacampagna, Caselle e Custoza. Dal 19 giugno al 26 luglio l'attività pomeridiana sarà nei soliti giorni e orari (lunedì e mercoledì dalle 16:00 alle 18:00), ma in alcune occasioni, come ad esempio le uscite, la durata sarà maggiore o, come nel caso del weekend in montagna, addirittura di più giorni.

Prevediamo due gite in piscina e una giornata in montagna; sarà possibile gonfiare bolle di sapone giganti (davvero bellissime!) e correre e nascondersi in un'atmosfera misteriosa durante la caccia al tesoro notturna! E poi cuocere cibi sul fuoco, rinfrescarsi con i giochi d'acqua e sperimentare nuove tecniche con i laboratori. Infine, se l'avventura è il vostro pane quotidiano, dal 6 al 9 luglio si parte in salita per la montagna e quattro giorni di aria fresca in quel di Pradasacco (VR).

Per iscriversi a Extra (le gite sono facoltative e va specificata l'iscrizione sul modulo) e al weekend di quattro giorni dovete scaricare il modulo allegato qui sotto, compilarlo e quindi consegnarlo insieme alle quote presso l'ufficio del Servizio Educativo nei giorni 6 e 8 giugno dalle 9:00 alle 13:00, oppure mandare una scansione, entro i termini di scadenza. Potete trovare anche due informative (una per Extra e una per il weekend) con un apprfondimento delle iniziative su orari, luoghi e modalità.

Per scaricare i file cliccare sui titoli corrispondenti qui sotto.

 

La documentazione del progetto YEP! continua attraverso le parole di Sara, che ha prestato servizio presso la cooperativa sociale I Piosi di Sommacampagna.
Due volte la settimana si reca alla Comunità alloggio della cooperativa che da quasi trent’anni è impegnata nel sostegno e nell’integrazione di persone con disabilità e nell’aiuto alle loro famiglie. “Ci è voluto un po’ di tempo per abituarmi a questo nuovo ambiente, ma non è stato difficile. Tutti qui sono gentilissimi, le operatrici disponibili e i ragazzi si sono affezionati a me già dopo la prima volta che li ho incontrati.”

La quotidianità condivisa è una forma di arricchimento reciproco a volte difficile ma inestimabile.

Federica Cordioli Quattrocchi“Ho conosciuto il progetto YEP per caso e ho deciso di partecipare innanzitutto per mettere alla prova me stessa.” Federica Cordioli, 24 anni, di Sommacampagna, si è iscritta al corso di laurea in Scienze internazionali e diplomatiche presso l’Università di Trieste con l’intenzione di cercare lavoro in ambito sociale e attualmente collabora con il doposcuola ‘Quattrocchi’ organizzato dal CESTIM di Verona.

Leggi tutto: Carnet de Voyage - Vol.12

SIAMO UFFICIALMENTE PARTITI!! Il più divertente torneo  dell'estate sta tornando!!

Ci trovate il 30 MAGGIO e il 06 GIUGNO al Memorial Nicola Bombonato per le pre-iscrizioni e ottenere così lo sconto, oppure presentando la vostra GCard.

Cosa state aspettando?? Trovate tutte le info e i riferimenti per ogni attività sul volantino!!!! #InSommaMeGodo #Estate #Sport e #Divertimento

insommamegodo

 

PER LE ISCRIZIONI AI TORNEI E' NECESSARIO COMPILARE OBBLIGATORIAMENTE IL MODULO DI ISCRIZIONE DELLA SQUADRA E IL MODULO DI ASSUNZIONE DI RESPONSABILITA/AUTORIZZAZIONE FOTO/MINORENNI

scarica QUI il modulo di iscrizione squadra

scarica QUI il modulo responsabilità/foto/minorenni

scarica QUI il modulo iscrizione lab TIE DYE/PARKOUR

tie dye parkour

Valentina SimoneCi possono essere tante motivazioni che hanno spinto e tutt’ora spingono i giovani a prendere parte a questo tipo di progetti (Garibaldi-YEP); c’è chi lo fa per fare esperienza, chi per conoscere nuove persone, chi per dare sfogo alla propria creatività e alle proprie attitudini, per conoscere nuove realtà e i servizi del territorio o anche semplicemente tutte le ragioni sopracitate senza esclusioni.
In questo caso parliamo di Valentina, volontaria ventottenne di Custoza,

Leggi tutto: Carnet de Voyage - Vol.11

Ileana Bertasini ExtraOggi ci spostiamo a Caselle di Sommacampagna, più precisamente al Qbo, e conosciamo Ileana, studentessa di 22 anni volontaria del progetto YEP.
Ileana è una ragazza volenterosa e molto impegnata, nonostante la sua giovane età è già riuscita ad acquisire significativa esperienza sia nell’ambito del volontariato, sia in quello universitario e poco a poco inizia ad addentrarsi nel campo lavorativo.

Leggi tutto: Carnet de Voyage - Vol.9

Sottocategorie

Ogni giovane di Sommacampagna, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, è invitato alla prima assemblea per la costituzione della Consulta Giovanile

 

che si terrà venerdì 12 gennaio 2018, dalle ore 19:00 alle 20:00, presso la sala consiliare del Comune (piazza Carlo Alberto 1, al piano terra).

 

Obiettivo della serata: spiegare il progetto della Consulta e raccogliere il maggior numero di feedback da parte degli intervenuti, approfondendo il percorso futuro di partecipazione alla Consulta.

Per la partenza ufficiale della Consulta stiamo organizzando un weekend residenziale, previsto per sabato 3 e domenica 4 febbraio 2018, durante il quale poter imbastire un gruppo di lavoro.
Qualsiasi giovane residente a Sommacampagna e frazioni potrà iscriversi alla residenziale, a partire dal giorno successivo all’assemblea, quindi dal 13 gennaio, attraverso la compilazione di un form che pubblicheremo on-line qui sul sito, nella sezione Bandi e Avvisi.

 

Chiediamo a tutti i giovani di Sommacampagna di farsi portavoce di questa iniziativa e di questo invito, per raggiungere il maggior numero di ragazzi e ragazze possibile.

 

Nessuno è escluso dalla partecipazione alla residenziale a causa dell’assenza alla prima assemblea, come nessuno è escluso dalla partecipazione alla Consulta Giovanile a causa dell’assenza alla serata o alla residenziale.


La Consulta Giovanile
Ci sono sicuramente almeno due punti di vista per intendere la Consulta Giovanile: uno è quello dell’Amministrazione e dei tecnici che hanno ideato il progetto, l’altro è quello dei giovani partecipanti.
Quello che troverete qui è solamente la descrizione del primo punto di vista, perché sebbene abbiamo tenuto conto di diversi feedback raccolti nella fase preliminare di progetto, comunque manca – per il momento – la parte dei giovani. La volontà è quella di unire le due parti.

Il pensiero sulla Consulta prevede la partecipazione continuativa di un educatore nel gruppo di lavoro, con l’obiettivo di fornire strumenti utili e indicazioni sulle modalità, nei progetti e nelle iniziative pensate dal gruppo.

Il primo atto concreto di partecipazione riguarda un weekend residenziale, il 3 e 4 febbraio 2018, durante il quale i partecipanti vivranno un’esperienza di gruppo per conoscersi, approfondire la conoscenza dell’Istituzione Comune con i suoi limiti e con le sue possibilità e il valore del riconoscimento; ci sarà una parte formativa e una parte dedicata alla realizzazione di azioni concrete sul territorio, ma sarà anche l’occasione per vivere una serata condividendo interessi e aspettative.
Le informazioni dettagliate verranno comunicate nei prossimi giorni.

Per qualsiasi chiarimento, dubbio, confronto o consiglio che vogliate darci, potete fare riferimento ai nostri Contatti.